ATTENZIONE: a causa degli scioperi nazionali di questi giorni, le consegne da parte dei corrieri potrebbero subire dei ritardi rispetto alle tempistiche indicate
Per informazioni chiama lo 035 9491368 dalle 09.30 alle 12.00, dalle 14.00 alle 17.30

Strisce LED: una piccola guida.

Navigando online alla ricerca della striscia LED ideale vi siete confusi in mezzo ad un mare di numeri e sigle, cercando di capire le differenze tra prodotti apparentemente tutti uguali? Questa piccola guida nasce con l’intento di rispondere a queste e ad altre domande, per aiutarvi a conoscere tutto ciò che riguarda i LED e le strisce LED, così da districarvi in questo mondo come veri esperti del settore!


I LED, prima di tutto.

La sigla LED è l’acronimo per l’inglese “Light Emitting Diode”, che altro non significa che diodo a emissione luminosa.
In pratica un chip LED sfrutta le proprietà dei materiali semiconduttori (di tipo n-p) di cui è composto per emettere fotoni, cioè luce, nello spettro del visibile.
I chip che sono installati su strisce led sono definiti di tipo SMD (Surface Mount Device). Essi sono classificati come SMD “AABB” (dove AA e BB rappresentano le lunghezze in decimi di millimetro dei due spigoli del case di alloggiamento del diodo).

Sezione di un chip LED su piastra metallica. Sono visibili le piazzole di saldatura e i relativi contatti, il case contenente il fosforo e il chip poggiato sul dissipatore di calore.

sezione chip led

Al suo interno l’alloggiamento contiene il diodo, immerso in un “bagno” di fosforo, che determina la temperatura di colore della luce. Alcune tipologie di SMD LED sono universalmente riconosciute come migliori di altre, ma ciò può essere fuorviante, come approfondiremo nella sezione “Qualità dei chip LED”.


Vantaggi dei LED.

L’illuminazione LED presenta numerosi vantaggi non solo in termini di consumi o di costi. A seguire una descrizione schematica dei principali vantaggi apportati dall’utilizzo dei LED, in sostituzione alle altre tecnologie per l’illuminazione:
  • Riduzione della potenza assorbita, con conseguente diminuzione dei consumi.
  • Elevata resistenza a numerose accensioni e spegnimenti.
  • Lunga durata, riduzione delle sostituzioni e maggiori possibilità di ammortare i costi di acquisto e installazione.
  • Elevato livello di efficienza, che rappresenta la capacità di trasformare l’energia utilizzata in luce.
  • Possibilità di dimmerare, cioè variare la luminosità della striscia, in modo continuo e omogeneo, riducendo anche i consumi
  • Luce immediata all’accensione.
  • Assenza di emissioni UV o IR.
  • Assenza di mercurio o altre componenti tossiche, nel rispetto delle norme RoHS.

Le strisce LED.

Le strisce LED sono costituite da un circuito stampato, detto PCB, sul quale sono saldate resistenze e LED SMD. Sono alimentate generalmente a 12V o 24V in corrente continua, mediante appositi alimentatori (detti anche trasformatori), che trasformano la corrente elettrica domestica (220VAC) in corrente continua del giusto voltaggio per l’alimentazione.
Quando si utilizzano strisce LED di qualità e particolarmente performanti, è molto importante incollarle su un supporto metallico adeguato, che favorisca la dissipazione del calore. LedPRO possiede un’intera gamma di profili in alluminio pensati per la dissipazione del calore. La varietà di prodotti vi consentirà di personalizzare e perfezionare le installazioni secondo le vostre esigenze.
La gamma di strisce LED LedPRO comprende una vastissima scelta di tipologie e potenze, per garantire il massimo delle possibilità di scelta ai nostri clienti.


Qualità delle strisce LED

In un mondo dell’illuminazione in continuo sviluppo, che propone ogni anno tecnologie differenti e mai viste prima, può essere difficile riuscire a distinguere al momento dell’acquisto una striscia LED di qualità da una scadente.

Alcuni dei parametri da tenere in considerazione:
  • Efficienza: misurata in lumen/W, rappresenta la capacità della striscia LED di trasformare l’energia utilizzata in luminosità. Non dipende solamente dai LED ma anche dalla qualità costruttiva complessiva.
  • Qualità del circuito stampato (PCB): fattore molto importante per la qualità e lo spessore del rame utilizzato.
  • Durata: la vita media di una striscia LED consente di non dover eseguire sostituzioni per lungo tempo.
  • Resa cromatica: rappresenta la capacità della luce di rendere i colori circostanti quanto più verosimili possibile.
  • Temperature raggiunte: una striscia molto performante che raggiunge temperature eccessive avrà una vita ridotta e una perdita di luminosità più rapida rispetto a una striscia altrettanto performante con delle migliori capacità di dissipazione del calore prodotto.
  • Qualità costruttiva complessiva: oltre alla validità dei LED installati, è importante che anche gli altri elementi siano di qualità elevata.
  • Qualità del biadesivo per l’incollaggio della striscia LED.
  • Qualità del silicone impermeabilizzante, nel caso delle strisce LED IP65.

I principali modelli di LED SMD in commercio:
  • SMD 5630 Samsung: modello di altissima qualità, tra i più efficienti in commercio (fino a 200 lumen/watt, è dotato di un’elevatissima resa cromatica.
  • SMD 2835 Samsung: modello più recente, attualmente meno performante del fratello maggiore SMD5630, in continua evoluzione, diventerà il nuovo "standard" nel futuro.
  • SMD3030 Samsung: Led molto potenti (fino a 1,5W a LED) con nuova tecnologia "FLIP CHIP", difficilmente utilizzati su strisce LED poichè molto costosi e potenti. Sono una via di mezzo tra i LED "mid-power" e "high-power"
  • CSP Samsung: Led di dimensioni piccolissime, sono costruiti senza il classico contenitore bianco, permettono una dissipazione fino a 6 volte maggiore rispetto ai LED "con pacchetto". Diventeranno di uso comune su qualsiasi prodotto a LED nei prossimi anni.
  • SMD 5730:chip "sottomarca" dell'SMD5630, comunque molto performanti e affidabili.
  • SMD3014: Chip Mid-Power utilizzato principalmente per lampadine, poichè più economico dei precedenti.
  • SMD5050: in commercio da diversi anni, tra i primi per LED per illuminazione, sono molto affidabili e con un buon rapporto qualità prezzo.
  • SMD3528: modello in commercio da ormai molti anni, sono ormai obsoleti e ideali solo per applicazioni in cui sia necessaria poca luce con consumi bassissimi, sono sprovvisti di dissipatore posteriore.

Come già accennato in precedenza, spesso coloro che per le prime volte s’interessano di questa realtà, tendono a indentificare la qualità del prodotto basandosi solo sulla dimensione del chip o sulla potenza complessiva della striscia LED.
È molto importante però comprendere come non sempre sia possibile distinguere la qualità di una striscia LED solo dalla tipologia di chip che monta.
Essendo il chip immerso nel fosforo, non è possibile conoscere il tipo e il marchio dello stesso semplicemente osservandolo. L’unico modo per distinguere due prodotti apparentemente identici è di verificarne la qualità mediante appositi test, che spesso non sono di facile esecuzione.
Per questo motivo è importante affidarsi a rivenditori con esperienza affermata, diffidando di chi propone affari incredibili. Il rischio di acquistare un prodotto di scarsa qualità, con luminosità, durata e resa cromatica ridotte, è concreto.